come scrivere un articolo con WordPress parte 2

Sharing is caring!

In questa seconda parte analizziamo due fasi importanti per la stesura del’articolo, l’immagine in evidenza e le categorie che non sono così difficili come si crede.

L’immagine in evidenza segue la procedura che abbiamo seguito prima per l’inserimento nel nostro articolo di una immagine, e quindi direi che il tema si chiude ancor prima di nascere.

Per quanto riguarda Le categorie qui si va a creare un tema abbastanza vasto che noi prenderemo diretto per non perderci.

Cliccando su Aggiungi categoria d’improvviso ci escono altre due possibilità, Un rettangolo dove scrivere il nome della nostra categorie e più sotto un menu a discesa che si chiama categoria Genitore.

La categoria genitore si usa quando si vuole creare una serie di continuità nei nostri articoli. Ad esempio la categoria tutorial si aggiunge cliccando Aggiungi categoria, si scrive tutorial e sotto si schiaccia il pulsante aggiungi una nuova categoria.

Poi successivamente se rifacciamo la stessa cosa ma questa volta invece di Tutorial scriviamo wordpress e nella categoria genitore scegliamo Tutorial, (creata prima), avremo archiviato come fosse un quaderno i nostri argomenti. Aggiungi una nuova categoria e il gioco è fatto.

Questa è l’ultima fase, in pratica dobbiamo scegliere dei nomi, delle voci che una volte registrate sul nostro motore di ricerca, in questo caso Google Chrome, porteranno diritti al nostro articolo.

Se scrivete un articolo sul castel del monte userete tutte le parole possibili per identificarlo, oppure un tutorial, un film, un gelato e via discorrendo.

La procedura è molto semplice, basta inserire un termine come ad esempio castello, schiacciare il tasto invio del pc e lui automaticamente lo inserirà nel elenco dei Tag.

Fatto questo siete pronti a schiacciare il tasto blu Pubblica e pubblicare il vostro primo articolo creato, spero, grazie a me. Il tasto salva serve per salvare il vostro articolo come Bozza, specialmente se è molto lungo e non volete rischiare di perdere ore di lavoro vi consiglio di usarlo spesso.

Anteprima non lo uso quasi mai, succede a volte quando non sono sicuro di ciò che scrivo o di come uscirà l’impaginatura, ma nel mio caso è un tasto inutile che non uso mai.

Sperando di essere stato di aiuto e di aver contribuito a formare nuovi Blogger vi aspetto al prossimo tutorial.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *